macchina-caffe

La scelta della giusta macchina da caffè è molto importante per tutti coloro che non possono farne a meno e sono sempre alla ricerca del giusto espresso, utile per far iniziare al meglio una giornata che può anche risultare logorante. Vediamo quali sono tutti i fattori dei quali tenere conto per essere in possesso di un apparecchio in grado di durare nel tempo e garantire tutta la bontà desiderata per il proprio caffè.

L’importanza di avere una macchina per caffè di primissima qualità

Nel corso degli ultimi anni, fare a meno di una macchina per caffè è molto difficile anche a causa dell’importanza crescente della bevanda. Quest’ultima mantiene più sveglio chi la sorseggia e costituisce un prodotto molto pregiato nella nostra economia. Viene utilizzata in ogni momento della giornata, dalla mattinata al pomeriggio passando anche per la sera. Di conseguenza, il piccolo apparecchio serve a tanti e col passare del tempo ha subito varie trasformazioni. Questa guida all’acquisto di macchine da caffè nasce per fugare ogni dubbio e selezionare i criteri giusti in base ai quali una scelta del genere deve essere fatta. Dalle tipologie alla forma, dagli strumenti aggiuntivi al prezzo, tali fattori devono essere sempre tenuti d’occhio e valgono come metri di giudizio insindacabili per una macchina giusta. Alla fine, la selezione del modello ideale consente la realizzazione di un espresso o di un cappuccino molto squisiti.

Tutti i tipi di macchine per caffè

Esistono in commercio quattro tipologie di macchine per caffè. Vediamo quali sono e in quali aspetti si differenziano l’una dall’altra, consentendo una scelta ancora più consapevole e precisa.

  • Macchina a polvere. Si tratta della macchinetta classica, con la polvere da inserire nel braccetto, che va agganciato direttamente alla parte superiore del modello. Spesso può essere associata ad un filtro per inserire le varie cialde e deve essere adoperata col massimo della cura, evitando una sporcizia eccessiva e selezionando al meglio la quantità esatta da usare.
  • Macchina a cialde. Anche in questo caso è presente il braccetto citato in precedenza. Tuttavia, funziona tramite l’immissione di filtri specifici, contenenti 7 grammi di caffè racchiusi all’interno della carta filtrante.
  • Macchina a capsule. Si tratta del metodo giusto per realizzare un caffè espresso in pochi secondi e senza alcuna difficoltà. Bisogna inserire la capsula all’interno di un aggeggio apposito e viene fuori un caffè ben dosato e molto fresco, senza alcuna sporcizia. Ideale per chi ha fretta e vuole godersi un prodotto di qualità.
  • Macchina a chicchi. Il marchingegno funziona in automatico e necessita di una macina, pronta a disgregare i chicchi e dare vita ad un espresso squisito. Il suo prezzo è piuttosto elevato, ma l’aroma è entusiasmante per chi ne è appassionato.

La forma e le dimensioni

Dopo aver visto la tipologia esatta di macchina per caffè da utilizzare, bisogna essere in grado di inquadrarla perfettamente con il resto dell’arredamento di casa. È necessario scegliere angolo giusto della cucina nel quale collocarla. Per questa motivazione, si deve trovare un modello con la forma e le dimensioni giuste e adatte all’ambiente nel quale viene inquadrato. Non deve mancare lo spazio per l’aggancio del portafiltro o per l’inserimento di una tazza sotto il vapore. Inoltre, bisogna tenere conto del peso per fare in modo che la macchina sia spostabile senza troppe difficoltà in caso di pulizia. Molto più importante di quanto lo si possa pensare è anche l’altezza del prodotto, con l’opportunità di porre una tazza più o meno grande.

Le cialde, le capsule e tutti gli strumenti aggiuntivi

All’interno di una qualsiasi macchina da caffè vanno inseriti gli strumenti giusti. Le rispettive cialde capsule devono risultare pienamente compatibili con il modello, anche se negli ultimi tempi la situazione in questo verso è profondamente migliorata. Non si parla più, infatti, di marchi ma di standard da seguire. Le capsule e le cialde di un determinato produttore non sono più adatte ad un solo modello, ma a molti più elettrodomestici. È possibile trovare sul mercato anche le versioni compatibili, utili per acquisire un accessorio aggiuntivo ad un prezzo più economico. Da non dimenticare il pannarello, cioè l’accessorio che viene messo nel latte e rende il cappuccino più soffice e squisito.

La manutenzione di una macchina da caffè

Non si può acquistare una macchina da caffè troppo sofisticata se non si ha tempo per curarla. La manutenzione deve essere eseguita con una certa frequenza per fare in modo che il prodotto mantenga la piena efficienza per un arco di tempo superiore rispetto alla media. Da evitare assolutamente il deposito eccessivo di calcare. Se non si ha tempo da perdere in questa operazione, meglio acquistare una macchina a cialde o a capsule, evitando quelle a polvere e a chicchi.

Il prezzo

Ovviamente, uno degli elementi indispensabili per l’acquisto di una macchina da caffè è senza ombra di dubbio il prezzo. Bisogna saper trovare il giusto rapporto tra la qualità del modello e l’entità della spesa, un po’ come in tutti i beni e servizi.

Scritto da Raffaele Sarnataro

Sono giornalista pubblicista e collaboro come articolista per vari siti.

 Lascia una Risposta:

(richiesto)

(richiesto . Non verrà visualizzato)

Current day month ye@r *